Recensione del cannocchiale termico ATN MARS LT 320X240 4-8x 35 mm

Dopo aver recensito il piu’ costoso cannocchiale termico ATN Mars 4, mi pareva interessante analizzare le prestazioni del MARS LT nella configurazione 4-8X con ottica da 35 mm e sensore termico da 320×240 pixel. Costa (prezzo Canicom Ottobre 2021) 2990 Euro e beneficia di due anni di garanzia totali e tre sul funzionamento del sensore.  Ve ne parlerò con Marco Isabella in questa video recensione.

Prima di iniziare vi propongo di iscrivervi al canale YouTube   e al Gruppo Facebook “Binocoli e ottiche sportive- Opinioni e recensioni” oppure al gruppo  ” Visori termici, visori notturni e fototrappolaggio“.  Se siete anche appassionati di binocoli e ottiche sportive potreste visitare l’altro mio progetto editoriale: Binomania.it
Buona visione  e buona lettura a tutti voi.

 

MECCANICA E SISTEMA DI MESSA A FUOCO


Pur essendo un cannocchiale termico l’ATN MARS LT è compatto e leggero, pesa, infatti ,soltanto 650 grammi. Il design è moderno ma elegante, si monta su classici anelli da 30 mm, non forniti di serie. È composto da un obiettivo di germanio da 35 mm di diametro e, come anticipato, lo zoom garantisce un intervallo di ingrandimento compreso tra 4-8x. È disponibile, con questo sensore, anche una versione 3-6 X con obiettivo da 25 mm di diametro.

Il campo di vista è di 6.3° x 4.7°. L’ oculare in dotazione possiede una estrazione pupillare di 90 mm. La batteria ricaricabile al litio garantisce un funzionamento spesso superiore a 10 ore ed è ovviamente ben impermeabilizzato. Personalmente, questa estate l’ho utilizzato per circa 11 ore e mezzo prima di doverlo ricaricare. Per chi volesse estenderne la durata è disponibile un battery pack aggiuntivo che consente di beneficiare di ben 22 ore di autonomia.

Immagine: un particolare sul cavo per la ricarica della batteria interna

 

 

Grazie al telaio composto da lega di alluminio è uno tra i cannocchiali ATN piu’ leggeri e parlando con alcuni appassionati ho notato che è ben apprezzato anche  da chi si allena nei campi da tiro con le balestre e le carabine ad aria compressa. Penso che la leggerezza sia dovuta anche alla ottima batteria di serie che è un perfetto mix tra le dimensioni e la capacità di durata. Leggero non vuol dire fragile, del resto l’ATN MARS LT è stato progettato per resistere anche al rinculo di fucili di alto calibro

Parlando di accessori di serie, vi posso confermare che all’interno della scatola sono presenti oltre al cannocchiale, il paraluce, la custodia, il cavo di ricarica USB-C e un panno per la pulizia delle lenti. Non sono presenti in dotazione invece gli anelli da 30 mm. Come optional potrebbe essere molto utile, il supporto a sgancio rapido.

 

QUALITA’ DELLE IMMAGINI TERMICHE 


Questo penso sia una delle caratteristiche piu’ analizzate dai potenziali acquirenti. L’ATN MARS LT 4-8×35  possiede un sensore con una risoluzione da 320x240px . Attualmente questa è una risoluzione definibile come “media”, ricordo che il MARS 4, invece, è disponibile con sensori da 640x480e 384×288 .
Anche se il MARS LT non ha funzioni fotografiche e di ripresa video, è importante poter visualizzare delle ottime immagini e,  grazie al perfetto mix tra il display da 1280 x 720 px, l’ ingrandimento e il software ATN per la gestione delle immagini, è possibile ottenere delle prestazioni ottimali.

Immagine: l’obiettivo di Germanio da 35 mm di diametro

 

Fornendo 12 micron, ed essendo equipaggiato con un obiettivo da 35 mm di diametro, non ho avuto particolare difficoltà a utilizzare gli ingrandimenti piu’ alti disponibili, a patto di osservare soggetti grandi come cinghiali, cervi e caprioli. La frequenza di aggiornamento di 60 hz, inoltre, evita fruscii o sfarfallamenti quando si utilizza la tecnica del panning (spazzolando da destra o sinistra) o quando si tenta di osservare un soggetto in movimento. Una mia classica prova prevede di sedermi al posto del passeggero mentre un amico guida, e di guardare la fauna nei prati. In tale frangente, devo ammettere che a velocità ovviamente basse, la gestione dell’immagine termica attraverso il monitor è ancora utilizzabile e soddisfacente.
Dovendo contenere il prezzo di acquisto non sono state però limitate le sue prestazioni, nel senso che anche per ciò che concerne la gestione dei colori, le due modalità  White Hot e Black Hot almeno personalmente sono apparse perfette e sufficienti per sfruttare la qualità di questo sensore.

 

 ONE SHOT ZERO

  Un’altra caratteristica che ritengo dia maggior valore a questo prodotto è la presenza della tecnologia “One Shot Zero”, che consente in maniera molto rapida, di allineare il cannocchiale. Si deve semplicemente impostare questa modalità dal menu, sparare e poi allineare con i pulsanti direzionali il reticolo sul punto di impatto preciso. Anche in questo caso mi è parsa una modalità piu’ rapida rispetto all’utilizzo della torretta balistica meccanica.

 

RAGGIO DI AZIONE  

Come avrete presagito, esso dipende da vari fattori, non dovete farvi fuorviare soltanto dalla grandezza del sensore, perché intervengono anche altri fattori, come la qualità del display, il pixel pitch, il software di gestione delle immagini e altro ancora. ATN conferma che è possibile rilevare la traccia termica di un essere umano a 1510 m di distanza, riconoscerlo a 680 m e identificare un essere umano a 400 m.

Immagine: un particolare sull’oculare dell’ATN Mars LT 4-8X35

 

UTILIZZO PRATICO SUL CAMPO

Come tutti i prodotti ATN che ho testato, anche  l’ATN MARS LT 4-8×35 si è rilevato facile e funzionale da utilizzare. La regolazione della messa a fuoco è molto precisa, sia quello sull’obiettivo, sia quella sull’oculare. Il sistema di menu con sei pulsanti principali è addirittura così intuitiva che chi ha dimestichezza con questo genere di prodotti, è in grado di impostarlo senza leggere il manuale. Le impostazioni principali sono l’attivazione e disattivazione del sistema NUC . La correzione dei pixel neutrali, la scelta del reticolo, la regolazione della sensibilità del sensore termico e l’opzione one shot zero

Immagine: un particolare sui pulsanti che consentono rapidamente di sfruttare tutte le caratteristiche dell’ATN Mars LT 4-8X35

 

IN SINTESI

Ritengo che l’ATN MARS LT 4-8×35 sia un ottimo cannocchiale da tiro, direi minimalista ed essenziale ma che possiede una ottima qualità del sensore termico che non mostra carenze rispetto a prodotti con talvolta inutili gadget ma con lo stesso potere risolutivo. Infatti, non tutti hanno bisogno di un oscilloscopio, oppure del WI_FI e di una modalità di registrazione foto e video. Insomma, per contenere il prezzo di acquisto è stato tolto ciò che per molti potrebbe sembrare superfluo.

Immagine: un particolare sull’attacco Contessa


PREGI E DIFETTI

Pregi

Leggerezza e robustezza
Qualità del sensore termico
Display HD
Ingrandimento sfruttabile su soggetti grandi come cervi e cinghiali
Sistema one Shot zero
Buona durata della batteria
Facilità del menu

Difetti

Come anticipato, mancano alcune funzionalità per contenere il prezzo di acquisto
Non è dotato di WI-FI e della possibilità di registrare i video e le fotografie.
E’ necessario acquistare separatamente gli anelli da 30 mm per il montaggio

 

 

PREZZO E GARANZIA

l’ATN MARS LT nella versione 4-8X35 con sensore da 320px x 240 pixel  costa 2990 Euro e beneficia di due anni di garanzia totali e tre sul sensore.

 

 

RINGRAZIAMENTI

Ringrazio Marco Isabella per la preziosa collaborazione.

 

DISCLAIMER

“Termicienotturni.it” è un progetto editoriale di Piergiovanni Salimbeni – Giornalista Indipendente. I prodotti testati non sono in vendita, sono restituiti dopo la visione e non percepisco nessuna percentuale sulla eventuale vendita del modello recensito. Il distributore italiano di questo prodotto   (https://www.canicomitalia.com/store.php) ha inviato il prodotto in visione  lasciandomi libero di citare le mie impressioni imparziali come è dovere di ogni giornalista.

 

 

 

SOSTIENICI! Contribuendo e diventando un sostenitore di Termicienotturni.it ci aiuterai a mantenere gratuiti tutti i contenuti anche per le persone che non potrebbero permettersi un abbonamento. Grazie anticipatamente




Mi chiamo Piergiovanni Salimbeni, sono un giornalista indipendente iscritto all’Ordine Professionale dei Giornalisti della Lombardia. Sono nato il 17 Febbraio del 1975 e nel 1997 ho iniziato le mie prime collaborazioni editoriali con alcuni mensili nazionali. Mi sono laureato presso l’Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico e le antenne di Radio Vaticana. Da quasi venti anni mi occupo di test strumentali, ho iniziato con i telescopi astronomici, per poi specializzarmi nelle ottiche naturalistiche. Nel 2012 ho inaugurato le prime recensioni riguardanti i prodotti per la visione notturna. Mi sono specializzato nell’utilizzo dei visori notturni optoelettronici per poi passare ad analizzare i primi visori digitali notturni e i prodotti per la visione termica. Dopo aver curato lo speciale Visione Notturna per la rivista CacciaMagazine e aver creato il gruppo Facebook “Visori termici, visori notturni e fototrappolaggio” ho deciso di lavorare a questo nuovo progetto editoriale per separare questo genere di recensioni dal mio sito www.binomania.it  dedicato ai binocoli, agli spotting scope e ai telescopi astronomici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.