Recensione del visore termico ATN OTS-XLT 160×120 2.5-10x 25 mm

Dopo aver recensito dei  visori termici di qualità medio-alta, in questo articolo vorrei parlarvi di un prodotto entry-level che mi è stato gentilmente fornito da Canicom qualche mese fa: si tratta dell’OTS XLT.  La gamma OTS XLT è disponibile in due formati: un 2x-8x con obiettivo da 19 mm che costa 820 euro e  un 2.5 x – 10 x con un diametro dell’obiettivo da 25 mm e che costa 940 euro.  Entrambi i prodotti beneficiano di due anni di garanzia.  Io ho testato il secondo modello.

Prima di iniziare vi propongo di iscrivervi al canale YouTube   e al Gruppo Facebook “Binocoli e ottiche sportive- Opinioni e recensioni” oppure al gruppo  ” Visori termici, visori notturni e fototrappolaggio“.  Se siete anche appassionati di binocoli e ottiche sportive potreste visitare l’altro mio progetto editoriale: Binomania.it
Buona visione  e buona lettura a tutti voi.

CARATTERISTICHE TECNICHE

La dotazione seppure sia un prodotto di fascia bassa è decisamente completa. All’interno della scatola troverete, oltre  al monocolo, una borsa morbida, una tracolla per la protezione e il trasporto, un panno per la pulizia delle lenti, un manuale d’uso, il tagliando di garanzia Canicom e  quello di ATN Europe.

Come potete ammirare in queste immagini, l’ ATN OTS-XLT 2.5x-10 x 25 mm è abbastanza compatto, pesa, infatti, meno di un binocolo: la mia bilancia elettronica ha stimato 370 grammi (cinghietta compresa) distribuiti su 154 x67 x53 mm.

Rispetto a parte della concorrenza in tale fascia di prezzo, infatti, propone un ingrandimento massimo decisamente interessante e un diametro dell’obbiettivo frontale che è superiore ai classici 6- 9 mm.

Come anticipato, questo monocolo termico della serie OTS-XLT utilizza un obiettivo da 25 mm, per questo motivo consente una luminosità maggiore rispetto a soluzioni piu’ economiche.

L’ATN OTS-XLT 2.5x-10 x 25 mm è alimentato da una batteria agli ioni di litio ricaricabile. L’azienda cita una autonomia superiore alle 10 ore. Durante il mese di novembre con una temperatura minima di 2 gradi, l’ho sfruttato per circa undici ore. È, inoltre,  impermeabilizzato con un grado IP67. IP67 significa che l’armatura è protetta da infiltrazioni di polvere e dalla immersione temporanea in acqua. La temperatura di esercizio, invece, è compresa  tra i -20 e i +55°

SENSORE

Il cuore del sistema è affidato a un sensore termico da 160 px x 120 px a 50 hz e 17 micron. Consente di registrare video e scattare fotografie oltre a mostrare quatto colorazioni di contrasto termico (Bianco caldo / Nero Caldo / Rosso Caldo / Rainbow) e tre livelli dello zoom digitale.  Il campo fornito è compreso tra 6.5° e 4.9° mentre il piccolo display ha una risoluzione di 720 pixel e 540 pixel.

ATN dichiara che questo sensore è in grado di  rilevare la traccia di calore di un uomo o di un cervo a 850 metri, di riconoscere un uomo a 425 metri e identificarlo a circa 210 metri. Tra poco, tuttavia, vi dirò le mie impressioni percepite nell’utilizzo sul campo.

Fig.1 – Cerve a 150 metri


ALTRE FUNZIONI

Il salvataggio delle immagini e dei video è possibile grazie alla  memoria interna da 8 gigabyte, mentre l’esportazione dei files si attua attraverso la semplice porta USB-C che consente anche la ricarica della batteria.

Un’altra funzione interessante supportata da questo monocolo termico è il telemetro geometrico che consente in maniera molto rapida di rilevare le distanze da un soggetto attraverso due semplici passaggi.
Come i sistemi piu’ costosi è stato equipaggiato anche con la funzione “heat tracking”, ossia il tracciamento del punto con temperatura più elevata all’interno della scena che si sta inquadrando.

COME MODIFICARE LE IMPOSTAZIONI

Come prima cosa dovreste regolare la diottria per la vostra vista avvalendovi della piccola rotella visibile in questa immagine (in alto a destra), mentre per mettere a fuoco in base alla distanza del soggetto dovrete agire sulla ghiera presente nei pressi dell’obiettivo.

Nella parte inferiore è presente anche la filettatura per il collegamento al treppiede fotografico e l’interfaccia USB-C. Il sistema di navigazione dei menu è affidato a un rapidissimo sistema tocco rapido e pressione per 2-3 secondi, in questo modo con solo quattro pulsanti è possibile sfruttare tutte le funzioni di questo monocolo termico.

Fig.2 -I pulsanti consentono di accedere rapidamente alle varie funzioni
 

Per accenderlo e spegnerlo dovrete semplicemente premere il primo pulsante (power) per 2-3 secondi. Se premete rapidamente si attiva la modalità sospensione. Per scattare le fotografie dovete semplicemente premere il secondo pulsante quello con il simbolo della macchina fotografica, per registrare video dovete semplicemente tenerlo premuto durante tutta la fase di ripresa.
Se invece schiaccerete per qualche secondo il tasto “mode” entrerete nel menu. Per cambiare il colore è sufficiente fare pressione per qualche secondo.

 Con la pressione prolungata del quarto tasto attiverete  il NUC, premendo rapidamente si aumenterà o diminuirà il livello dello zoom.  Per navigare nel menu si usa sempre questo tasto premuto brevemente.

Come avrete compreso l’utilizzo è semplice immediato.


UTILIZZO SUL CAMPO

Certamente non propone le  le prestazioni di un sensore da 380-400 pixel e men che meno da 640 pixel tuttavia, confermo di aver trovato dei  punti di forza che mi sento di rilevare. In primis, una buona parte della concorrenza che utilizza  lo stesso sensore propone  dei visori termici con obiettivi dal diametro inferiore a 25 mm e spesso con un range di ingrandimento inferiore.
Posso senz’altro consigliarlo a chi ha la necessità di osservare sino a distanze di 150 -200 metri  su soggetti grandi come cervi e caprioli, distanze ove noto  già il limite del sensore nella fase di riconoscimento del soggetto osservato.

Ma a chi potrebbe interessare un prodotto del genere, dal prezzo inferiore ai mille euro?

Immagine: cavalli a 25 metri di distanza

Direi, in primis chi è dotato di  un’ ottica da puntamento termica/ notturna su carabina ma che necessita di un altro strumento adatto alle rapide scansioni, chi ovviamente non può disporre di un grande budget a disposizione e preferisce non acquistare un modello pii performante nel mercato dell’usato.

Un cacciatore di selezione che opera in zone conosciute e a corto raggio.
Lo reputo anche ottimo per la sicurezza della propria abitazione, tranne nei casi in cui si possieda un vasto appezzamento di terreno. Eccellenti, infatti, nel mero controllo domestico della proprietà privata o per piccoli vigneti o coltivazioni.

Parlando con un paio di agricoltori nella mia zona penso potrebbe essere anche molto utile per vagliare la presenza prima della trebbiatura dei nidi  o dei piccoli di capriolo.

Trova il suo spazio anche nel settore ingegneristico edile   e civile, dove non si ha la necessità di esigere dei grandi poteri risolutivi
Ultimi ma non certo per importanti  tutti gli appassionati che voglio entrare in questo interessante mondo senza investire grandi cifre.

Immagine: Piergiovanni Salimbeni osserva con il monocolo termico ATN OTS XLT

PREGI E DIFETTI

Pregi

  •  La facilità d’uso
  • Il diametro dell’obiettivo piu’ grande rispetto a parte  parte della concorrenza.
  • La possibilità di registrare video e ottenere fotografie
  • L’assistenza post- vendita di Canicom che garantisce la riparazione entro 3-5 giorni lavorativi.

Difetti

  • Il  sensore da 160×120 pixel consente nell’uso sul campo di essere sfruttabile sino a 150 metri circa, e non è quindi adatto a chi necessita di riconoscere i soggetti a distanza piu’ elevate.  
  • Visto che utilizzo molto la funzione fotografica avrei preferito poter avvalermi di una scheda microSD aggiuntiva

PREZZI E GARANZIA

La gamma OTS XLT è disponibile in due formati: un 2x-8x con obiettivo da 19 mm che costa 820 euro e  un 2.5 x – 10 x con un diametro dell’obiettivo da 25 mm e che costa 940 euro. Entrambi i prodotti beneficiano di due anni di garanzia.

DISCLAIMER

“Termicienotturni.it” è un progetto editoriale di Piergiovanni Salimbeni – Giornalista Indipendente. I prodotti testati non sono in vendita, sono restituiti dopo la visione e non percepisco nessuna percentuale sulla eventuale vendita del modello recensito. Il distributore italiano di questo prodotto   (https://www.canicomitalia.com/store.php) ha inviato il prodotto in visione  lasciandomi libero di citare le mie impressioni imparziali come è dovere di ogni giornalista.

SOSTIENICI! Contribuendo e diventando un sostenitore di Termicienotturni.it ci aiuterai a mantenere gratuiti tutti i contenuti anche per le persone che non potrebbero permettersi un abbonamento. Grazie anticipatamente




Mi chiamo Piergiovanni Salimbeni, sono un giornalista indipendente iscritto all’Ordine Professionale dei Giornalisti della Lombardia. Sono nato il 17 Febbraio del 1975 e nel 1997 ho iniziato le mie prime collaborazioni editoriali con alcuni mensili nazionali. Mi sono laureato presso l’Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico e le antenne di Radio Vaticana. Da quasi venti anni mi occupo di test strumentali, ho iniziato con i telescopi astronomici, per poi specializzarmi nelle ottiche naturalistiche. Nel 2012 ho inaugurato le prime recensioni riguardanti i prodotti per la visione notturna. Mi sono specializzato nell’utilizzo dei visori notturni optoelettronici per poi passare ad analizzare i primi visori digitali notturni e i prodotti per la visione termica. Dopo aver curato lo speciale Visione Notturna per la rivista CacciaMagazine e aver creato il gruppo Facebook “Visori termici, visori notturni e fototrappolaggio” ho deciso di lavorare a questo nuovo progetto editoriale per separare questo genere di recensioni dal mio sito www.binomania.it  dedicato ai binocoli, agli spotting scope e ai telescopi astronomici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.